Configurations Error(!)
Marco Della Noce

Marco Della Noce

W LA FERRARI!

BAZ (Marco Bazzoni)

BAZ (Marco Bazzoni)

Il lettore multimediale di Colorado Cafè

Cristiano Militello

Cristiano Militello

Direttamente da Striscia la Notizia! Metterà in fila in modo tagliente i tic dell'uomo moderno...

Leonardo Manera

Leonardo Manera

La sua mimica ed i suoi tormentoni ADRIANA ADRIANA, FLUORO fanno parte del linguaggio comune!

Fabrizio Fontana

Fabrizio Fontana

Non solo James Tont

Ale e Franz

Ale e Franz

Il duo comico italiano per antonomasia!

Raul Cremona

Raul Cremona

I suoi mitici personaggi: Mago Oronzo, Jacopo Ortis, Mago Silvano SIM SALA MIN, Omen!

Enrico Bertolino

Enrico Bertolino

Per spettacoli comici ed eventi aziendali di formazione motivazionale

Giuseppe Giacobazzi

Giuseppe Giacobazzi

Il 'poveta romagnolo' divenuto la colonna di ZELIG!

Renato Pozzetto

Renato Pozzetto

Un pilastro della storia artistica italiana, torna One Man Show per stupirci ancora

Pino e gli Anticorpi

Pino e gli Anticorpi

Il duo sardo più amato! BIG di COLORADO

Attenti a quei 2 perchè si fanno in 4!

Attenti a quei 2 perchè si fanno in 4!

Il nuovo imperdibile show di ROCCO ed Andrea Di Marco!

  • Marco Della Noce

    Marco Della Noce

  • BAZ (Marco Bazzoni)

    BAZ (Marco Bazzoni)

  • Cristiano Militello

    Cristiano Militello

  • Leonardo Manera

    Leonardo Manera

  • Fabrizio Fontana

    Fabrizio Fontana

  • Ale e Franz

    Ale e Franz

  • Raul Cremona

    Raul Cremona

  • Enrico Bertolino

    Enrico Bertolino

  • Giuseppe Giacobazzi

    Giuseppe Giacobazzi

  • Renato Pozzetto

    Renato Pozzetto

  • Pino e gli Anticorpi

    Pino e gli Anticorpi

  • Massimo Bagnato

    Massimo Bagnato

  • Attenti a quei 2 perchè si fanno in 4!

    Attenti a quei 2 perchè si fanno in 4!

Un inedito Gianni Morandi, invecchiato di 20 anni, quello che si vede in questa immagine realizzata durante le prove dello spettacolo del figlio Marco 'In nome del padre, storia di un figlio di…' in scena al teatro Ambra alla Garbatella dal 19 al 24 marzo.

Racconti, riflessioni, scherzi fra un padre e un 'figlio di', aneddoti e filmati inediti, il tutto giocato sul filo dell'ironia ed accompagnato dalla musica dal vivo e da canzoni che hanno fatto la storia della musica italiana…

I biglietti si possono acquistare 
www.ambragarbatella.com
06 81173900

Una band non convenzionale: impatto e sperimentazione sonora su basi rock e dance con elettronica dosata e testi lontani dall’intimismo, tra realtà e visione onirica.



L'idea del brano "Non comprate questo disco", cosi come quella del video che scimmiotta una  trasmissione televisiva e gli ospiti che lo share prevede, rappresentano perfettamente il senso dell’intero nuovo album. Da anni, infatti, assistiamo ad uno sforzo sempre più riuscito di plasmare idee, gusti, mode, stili di  vita attraverso i mezzi di comunicazione e non solo. La possibilità di scelta sembra esaurirsi  giorno dopo giorno  mettendo a rischio quello che di più sano possiede un ascoltatore: la curiosità! La gente sta perdendo la capacità di scegliere poiché le cose, spesso, non vengono piu’ proposte, ma propinate.

Guarda il video del singolo: http://www.youtube.com/watch?v=fzMq2MLaWBg

“La Città del Niente” Il filo conduttore della composizione ne sarà anche trama e ordito. L’amalgama che unisce i brani tra loro è rappresentata dalla posizione, mai comoda, di confronto tra il cuore della band e l’ambiente esterno (musicale, sociale, culturale), un ambiente spesso sterile e in cui la fantasia creativa ha lasciato troppo spazio alla infertilità dei terreni sempre più omologati, terreni confiscati alla possibilità di sviluppare una visione personale di quanto accade fuori e dentro. Terreni che sono occhi, orecchie, pelle, istinti. Dai brani emerge una forte contestazione, a volte ironica ma più spesso accesa nei toni e nell’eloquenza. Da un lato il senso di inadeguatezza che si può provare in un ambiente chiuso e ostile, dall’altro l’inevitabile rivoluzione che esplode da dentro, nello scoprire che è l’ambiente ad essere inadeguato alla crescente sete di verità,  che la città è vuota e che non sa essere più così vanitosa quando le togli i vestiti di carta che indossa.. in un momento la meditazione si trasforma in impulso reattivo.  E fortemente reattivo diventa così il sound, dinamico, esplosivo a tratti, contraltare di una componente dolce, pensata, che non perde mai la sua efficacia sull’ascoltatore attento.

www.lolaplay.it -  www.facebook.com/pavelblind

Il progetto Lolaplay nasce nel 1999.  Nel 2002, primo Ep dal titolo “L2”; Nel 2004, secondo EP dal titolo “Piccola anteprima d'onda anomala” che contiene anche alcune tracce embrionali di quelli che poi diverranno brani della prima vera produzione discografica.   “Incomprensibili strategie”, questo il titolo del primo album, esce nel 2009. I brani dell'album sono stati la base portante dello spettacolo live che la band ha proposto su svariati palcoscenici, raccogliendo consensi da parte del pubblico che, sempre più numeroso, partecipa ai loro concerti lungo la penisola. Le canzoni dell'album sono entrate in concorso nella rassegna “Primo Maggio tutto l'anno 2009” , concorso che porta i vincitori sul palco in Piazza San Giovanni a Roma il 1° maggio. Vincitori delle selezioni per la Lombardia i Lolaplay arrivano ad essere scelti per le finali nazionali con altre 30 band.  Chiusa la lunga tournée a fine 2010, i Lolaplay si richiudono in studio per la preproduzione del secondo progetto. Le registrazioni iniziano nel 2011 presso gli studi della GodZ di Milano, avvalendosi anche della preziosa collaborazione di Luca Serpenti. Il nuovo album si intitola La Città del Niente.

PROMORADIO & UFFICIO STAMPA ||| L’AltopArlAnte (www.laltoparlante.it – 348.3650978)

La giovanissima rock band vicentina arriva al suo esordio con un album al fulmicotone intriso di rock e di testi che denotano una maturità ed un talento fuori dal comune.


Presentazione album

1991 è il titolo sia del primo singolo, presentato nel maggio scorso, sia dell’album di esordio dei Bad Black Sheep, giovane rock band vicentina che ha voluto così dedicare  il primo lavoro all’anno di nascita di tutti e tre i suoi componenti. (Filippo Altafini voce solista e chitarra, Teodorico Carfagnini basso e seconde voci, Emanuele Haerens batteria).
Una scaletta di 12 brani originali che propone un rock italiano, segnato dalle influenze della musica americana degli anni ’90, declinato su testi che descrivono le difficoltà, la solitudine e la mancanza di fiducia nel futuro della generazione nata al tempo della prima guerra in Iraq.
Se all’orrore della guerra, mascherata da strumento di pacificazione democratica, sono dedicate “1991” e “Didone”, il tema dell’immobilismo, dell’ipocrisia comoda, capace di sconfinare nelle collusioni mafiose, e di tarpare sogni e aspirazioni, si ritrova invece in quasi tutti i brani dell’album.
Anche con l’unica cover del disco, Cuccurucucù di Battiato, oltre all’omaggio alla grande musica italiana di autore, si intravede ancora la nostalgia (o l’invidia?) per la giovinezza, ricca di stimoli forti, ma anche di grandi prospettive, della generazione dei loro genitori.

I Bad Black Sheep sono Filippo Altafini (chitarra e voce), Teodorico Carfagnini (basso e cori) e Emanuele Haerens (batteria e cori).
Suonano insieme dall’inizio del 2006 e, da subito, decidono di evitare le facili tentazioni delle cover band giovanili per sviluppare testi e musica propria. 
Le influenze musicali che li segnano sono, marcatamente, quelle punk rock e grunge degli anni ’90, attualizzate dal  modello contemporaneo dei Foo Fighters.  I testi, tutti in italiano, raccontano i dubbi e le incertezze di una generazione lasciata crescere con pochi riferimenti, anche ideali, e poche, credibili, prospettive.
Dal 2006 al 2012 partecipano a concorsi nazionali ed ottengono numerosi riconoscimenti (Emergenza Festival, Rock Targato Italia, Different Music For Different People, Musica nel sangue, JesoloMusicFestival, Sotterranea Rock, Riverock, ecc.).
Nel Dicembre 2010 entrano in studio con Sandro Franchin, loro attuale produttore artistico e manager. 
I Bad Black Sheep hanno all’attivo circa 100 esibizioni live e la registrazione di 10 brani raccolti in due Ep.
Il loro primo album 1991 esce nel febbraio 2013, ed è pubblicato e distribuito da Valery records.

http://www.badblacksheep.it - http://www.myspace.com/badblacksheep
http://www.facebook.com/home.php?#/pages/Bad-Black-Sheep/37338443570?ref=ts

PROMORADIO  -UFFICIO STAMPA ||| L’AltopArlAnte  www.laltoparlante.it - 348.3650978

Altri articoli...

Pagina 21 di 49

21

Chi è la Donna? "D Di Donne" Igor Nogarotto

Ci piace Samigo!



Brani inediti per Interpreti, richiedi informazioni

Vendita immobile zona LANGHE (Piemonte)

NINNA NONNA, la canzone dei Nonni

Il best seller "Volevo uccidere Gianni Morandi"

Area riservata