Configurations Error(!)

Possibile che ci siano stati tutti questi incidenti aerei di "AIR SHOW" nell'arco di poche settimane e prima non ne fosse mai capitato uno? Da Alba Adriatica, all'Airshow Aviadarts in Russia, allo scontro dei due aerei Slovacchi, allo schianto autostradale di Brighton in Inghilterra: un'incredibile concomitanza temporale di tragedie? O una "moda mediatica" che serve a far notizia?

Ecco un estratto dal libro di Igor Nogarotto ( Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. ) "Volevo uccidere Gianni Morandi" in cui si parla proprio del fenomeno della 'SCIA MEDIATICA', dove l'Autore si domanda: "Ha senso dare notizia di alcune morti e non di altre? Non hanno forse tutte pari dignità? Che rispetto si offre alle persone decedute e ai loro cari?", definendo poi i TELEGIORNALI un "bombardamento mediatico dalla forte componente deprimente" e citando Daniel Goleman che nella sua opera "INTELLIGENZA EMOTIVA" affronta l'argomento dei "notiziari pieni di queste cronache sulla disintegrazione della civiltà e del venir meno della sicurezza"

----

La PAURA dei nostri giorni è alimentata e si diffonde anche a causa di un’informazione giornalistica prettamente negativa.
Si crea spesso quella che io definisco la “Scia Mediatica”: un certo evento, diventa di “moda” e ne parlano tutti, per giorni. Esempio “morte sul lavoro”: più o meno random, un Tg, che evidentemente ha carenza di notizie o deve variare la routine del palinsesto, decide di mettere in primo piano l’argomento: da quel momento, "casualmente", iniziano a morire sul lavoro un sacco di persone ogni giorno.
E tutti i telegiornali ne parlano.
Possibile che prima questa tremenda disgrazia non sia mai avvenuta?
Certo che si sono verificati episodi simili, ma in precedenza, non faceva “comodo” parlarne. Poi invece, ad un tratto, “fa notizia”...
Che “informazione” è mai questa?
Ha senso dare notizia di alcune morti e non di altre?
Non hanno forse tutte pari dignità?

Che rispetto si offre alle persone decedute e ai loro cari?
Per fortuna comunque, accadono anche eventi positivi e sarebbe rassicurante sentirne parlare più spesso: servirebbe ad esorcizzare il senso di insicurezza sempre più dilagante dei nostri tempi…

http://www.ibs.it/voleuccideregiannimorandi
http://www.volevouccideregiannimorandi.it
Facebook:
https://www.facebook.com/groups/299512803484810/

Fin da bambino, ricordo che ogni sera, quando eravamo seduti a tavola per la cena, ero sottoposto ad una sorta di bombardamento mediatico dalla forte componente deprimente: il telegiornale.
E col tempo si è passati da 1 tg a vederne 3,4,5!!!!!
Sì, perché una volta si sceglieva se guardare il Tg1, il Tg2 o al limite il Tg5, in quanto andavano in onda in concomitanza... Poi, per differenziare l’offerta, hanno cambiato quasi tutti l’orario e si è arrivati a poter (ri)passare in una sera, di fila, Studio Aperto, il Tg4, a scelta il Tg1 o il Tg5 (o entrambi grazie alla nuova moda dello zapping) ed il Tg2 (e qualche “fortunato” c’ha pure Sky News 24!).
E, ad un certo punto, ho iniziato ad aver paura... a (ri)produrre nella mia mente immagini orribili... poi, ad alterare quelle visioni... fino ad avere incubi che trasfiguravano quelle scene...!
Sognavo che mi entrassero i ladri in casa di notte, che mi precipitasse un aereo sul tetto, che appena uscito dalla porta un carroarmato mi investisse o che il “fiume” Tiglione esondasse e che io e la mia famiglia morissimo tutti affogati... 
Ora, il Tiglione è un rigagnolo che “attraversa” Mombercelli nella zona “bassa” del paese, detta “La Piana”, ed è largo più o meno 2 metri... e considera che la nostra casa è posizionata al sicuro sulla collina, nella zona alta, a vari metri di dislivello... insomma, non poteva nemmeno lambire le nostre mura, ma io mi ci vedevo sommerso...
Oltre ai timori reali, l’’effetto informazione negativa’ amplifica le preoccupazioni, generando “angosce di fantasia”!

Hai mai pensato o sognato di vedere un Tg che dia buone notizie?!
Sì, un vero e proprio Tg dedicato: "IL TG DELLE BUONE NOTIZIE!".
Io sono stremato dal sentire parlare serialmente in tv di rapine, catastrofi, incidenti, morti, terremorti, stupri, malattie... Desidero ascoltare, almeno ogni tanto, qualche bella notizia perché, è vero che l’informazione è fondamentale e dobbiamo essere assolutamente aggiornati ed a conoscenza di ciò che accade in Italia e nel mondo, ma spesso, come nel caso della "SCIA MEDIATICA", la comunicazione è strumentalizzata, faziosa e parziale e quello che ci mostrano, non è un resoconto affidabile ed esaustivo...

Daniel Goleman nella sua opera dal titolo “Intelligenza emotiva”, rivoluzionaria per il mondo scientifico, ci spiega come la nostra emotività e la nostra emozionalità abbiano un ruolo decisivo nell'influenzare i nostri comportamenti: «Ogni giorno siamo raggiunti da notiziari pieni di queste cronache sulla disintegrazione della civiltà e del venir meno della sicurezza […] I notiziari, tuttavia, non fanno altro che riflettere, su scala più ampia, la strisciante sensazione che anche nella nostra vita, come in quella delle persone intorno a noi, le emozioni siano fuori dal nostro controllo […] Le cifre che ci mostrano un enorme aumento della depressione in tutto il mondo denunciano un malessere emotivo diffuso».







Promuovi il tuo videoclip

Ci piace Samigo!



Brani inediti per Interpreti, richiedi informazioni

Vendita immobile zona LANGHE (Piemonte)

NINNA NONNA, la canzone dei Nonni

Il best seller "Volevo uccidere Gianni Morandi"

Italia vaffanculo



POPE is POP - New SAMIGO Production



Area riservata